Pubblichiamo di seguito l’ennesima ordinanza del TAR Lazio Sez.I TER cui l’Ordine Nazionale dei Biologi, rappresentato dagli Avv.ti Giovanni Puoti e Andrea Abbamonte contro l’Ufficio Territoriale del governo Roma difeso da Avvocatura Generale dello Stato e nei confronti della Fondazione Italiana Biologi.
In sostanza l’Ordine chiedeva di annullare la nota della Prefettura di Roma che supportata dalla relazione del Comitato Ispettivo e Parere dell’Avvocatura Generale dello Stato di fatto non concedeva alla richiesta di commissariamento della Fondazione Italiana Biologi perché a parere del denunciante vi era stata appropriazione indebita e distrazione di fondi.

Dall’ordinanza si evince che la cautelare non viene concessa perché l’Ordine ha interrotto i pagamenti verso la Fondazione ed è oggetto di contenzioso tra le parti.

Questa è la dodicesima causa( se ricordo bene) che Onb promuove contro la Fondazione e ha visto soccombere l’Ordine sempre.
Una quindicina di legali utilizzati da ONB con parcelle di importo pari o superiore alle trecentomila euro pagate dagli iscritti dell’Ordine.
Buona lettura.